Navigation

Swisscom, calo utile e ricavi nel primo trimestre

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 maggio 2012 - 11:07
(Keystone-ATS)

Nel primo trimestre del 2012, Swisscom ha registrato ricavi pari a 2,8 miliardi di franchi, in flessione del 2,1% su un anno. Nel periodo in rassegna, indica una nota odierna della società, l'utile netto è sceso del 3,8% a 456 milioni.

Il risultato operativo (Ebit) della società telecom, il cui azionista principale è sempre la Confederazione, è sceso del 3,9% a 623 milioni di franchi. L'utile prima della deduzione di interessi, imposte, ammortamenti e ammortamento dell'avviamento (Ebitda) è pure diminuito, del 2%, a 1,1 miliardi.

A tassi di cambio constanti ed escludendo gli oneri straordinari, la contrazione del fatturato risulta inferiore (ammonta allo 0,8%), mentre per l'Ebitda si registra una crescita (dello 0,9%).

La direzione di Swisscom è soddisfatta dei risultati. Il gruppo ha tenuto bene, malgrado la situazione del mercato, ha osservato il CEO Carsten Schloter in una conferenza telefonica. "Ci sono stati molti sviluppi positivi, ciò che ci permette di dire che la base commerciale è sana".

I risultati di Swisscom soddisfano appieno anche le attese degli investitori: gli analisti consultati dall'agenzia AWP avevano pronosticato un Ebit di 623 milioni di franchi e un giro d'affari di 2,802 miliardi. L'utile netto è lievemente migliore delle previsioni (erano attesi 453 milioni).

Quanto a Fastweb, il suo fatturato è diminuito nel periodo in rassegna del 2,8% a 423 milioni di euro malgrado la crescita del numero di clienti, rileva Swisscom in una nota. Senza i dati della filiale italiana, il calo del volume d'affari risulta essere dimezzato: la flessione ammonta allo 0,4%, a 2,29 miliardi di franchi.

La diminuzione del fatturato si spiega con il mutato comportamento degli utenti (che per comunicare utilizzano sempre più i Social Network) e con la forte pressione sui prezzi che non sono stati completamente compensati dall'aumento della clientela, osserva l'operatore.

Anche quest'anno il gruppo dovrà comunque fare i conti con l'erosione dei prezzi. Schloter ha parlato di un effetto pari a 400-500 milioni di franchi sul fatturato. "Swisscom - ha poi aggiunto - vuole compensare questa tendenza offrendo innovazioni".

Il numero di abbonati a Swisscom TV è cresciuto nel medesimo periodo del 39,7% raggiungendo quota 655'000. Nel solo primo trimestre del 2012, l'operatore ha conquistato 47'000 nuovi clienti nel settore televisivo. Il numero dei collegamenti a banda larga per clienti finali è aumentato di 77'000 unità (+4,8%) a 1,68 milioni.

Ipotizzando un tasso di cambio di 1,23 franchi per 1 euro, per l'esercizio 2012 Swisscom prevede un fatturato di 11,8 miliardi di franchi e un Ebitda di 4,4 miliardi. Per Fastweb è atteso un giro d'affari (escluso il settore Wholesale, ossia la rivendita all'ingrosso di traffico telefonico) stabile a 1,6 miliardi di euro.

Sempre nel 2012, esclusa la spesa di 360 milioni di franchi per l'aggiudicazione di frequenze di telefonia mobile, Swisscom prevede investimenti per 2,2 miliardi, 1,7 miliardi dei quali saranno stanziati in Svizzera.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?