Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Swisscom: grande quantità di dati rubati

A Swisscom è stata rubata una grande quantità di dati. La redazione della "Neue Zürcher Zeitung" (NZZ) ha segnalato che una persona sconosciuta ha consegnato al quotidiano zurighese quattro nastri con dati apparentemente provenienti dai centri di calcolo di Swisscom. Lo riferisce in un comunicato odierna l'azienda di telecomunicazioni, precisando di aver sporto denuncia contro ignoti e informato l'Incaricato federale della protezione dei dati e della trasparenza (IFPDT).

Secondo Swisscom, sembra che si tratti di backup risalenti al periodo 2008-2010 che contengono dati interni, tra cui e-mail. Swisscom ha già recuperato tre nastri e li sta analizzando. Per ora non sa ancora se sui supporti siano memorizzate anche informazioni sulla clientela.

Swisscom pensa che si sia trattato di un furto e perciò ha sporto denuncia contro ignoti alla procura distrettuale di Bern-Mittelland (l'altopiano bernese). L'azienda ha inoltre iniziato a controllare ancora più minuziosamente il processo di smaltimento dei supporti dati, per individuarne eventuali lacune.

Nella nota di questa mattina Swisscom precisa che non usa più i nastri in questione dal 2012 e che ora il salvataggio dei dati avviene soprattutto su dischi rigidi.

La società di telecomunicazioni afferma di avere linee guida particolarmente rigorose per smaltire tali supporti dati in modo sicuro, con un doppio controllo per la rimozione dai server, così come per l'immagazzinamento e il trasporto. I supporti vengono poi portati nel posto adatto alla distruzione con due veicoli di scorta. Dall'inizio del 2012 i dischi rigidi vengono smagnetizzati già prima dello smaltimento. Il processo viene verificato regolarmente anche da un'azienda esterna.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.