Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Swisscom: utile netto in calo del 20% nel 2015

Swisscom nel 2015 ha registrato un utile netto di 1,36 miliardi di franchi, in flessione del 20,2% rispetto all'anno precedente, informa in un comunicato odierno il numero uno delle telecomunicazioni. L'operatore eliminerà diverse centinaia di posti di lavoro.

Il fatturato è calato dello 0,2% a 11,7 miliardi di franchi. A tasso di cambio costanti è progredito dello 0,7% a 83 milioni, senza considerare acquisizioni e cessioni di aziende. Tale crescita è legata in gran parte alle attività base in Svizzera, precisa la nota.

Il risultato operativo EBIT è diminuito del 13,4% a 2,01 miliardi di franchi. L'Utile prima della deduzione di interessi, imposte,ammortamenti e ammortamento dell'avviamento (EBITDA) è calato del 7,1% a 4,1 miliardi.

Le cifre di Swisscom sono legate in particolare ad effetti straordinari, in primo luogo ad una sanzione di 186 milioni di franchi della COMCO per prezzi abusivi applicati tra il 2005 e il 2007 nei servizi a banda larga. Una condanna che il gigante blu contesta: ha inoltrato ricorso al Tribunale federale. A pesare vi sono poi stati gli effetti del cambio e la forte concorrenza nel settore.

Soppressione di impieghi

Swisscom ha annunciato la soppressione di 700 posti di lavoro, gran parte nei settori di supporto. È previsto un piano sociale. Allo stesso tempo, il gruppo creerà fino a 500 nuovi impieghi in altri settori. A fine dicembre l'operatore occupava in totale 21'637 persone.

Per l'esercizio in corso, Swisscom si aspetta un fatturato che supera i 11,6 miliardi di franchi, un EBITDA di 4,2 miliardi e investimenti di oltre 2,3 miliardi. Se gli obiettivi saranno raggiunti proporrà ai suoi azionisti il versamento di un dividendo invariato di 22 franchi per azione per l'esercizio 2016.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.