I marchi "one" e "inOne", rispettivamente di Sunrise e Swisscom, sono in pratica parole di uso corrente e quindi liberamente utilizzabili da tutte le aziende. Lo ha stabilito Tribunale commerciale di Zurigo, incaricato di esaminare una lite tra le due aziende.

Le due società di telecomunicazione hanno creato i marchi in questione per le loro offerte combinate. Entrambe hanno chiesto il "copyright" per rendere impossibile l'uso di queste parole da parte di altre aziende e della concorrenza.

Sia Swisscom che Sunrise hanno poi intrapreso un'azione legale per ottenere la revoca della protezione del marchio del concorrente. Tutte e due temevano che a un certo punto sarebbero state citate in giudizio dall'altro operatore per l'uso di "inOne" e "one", perché parole che si contengono vicendevolmente.

In una sentenza pubblicata recentemente, il Tribunale commerciale di Zurigo ha invece ritenuto che nessuno dei due marchi possa essere tutelato in virtù del diritto in materia. Sono - spiega la corte - termini di uso generale, come ad esempio "you" o "duo", e quindi sono disponibili per ogni azienda senza che si abbia a temere una querela di un concorrente.

Il tribunale ha però fatto un'eccezione per il logotipi colorati di "inOne" (rosa-rosso-viola-blu) e "one" (giallo-arancio-rosso) delle due società: che rimangono tutelati e non possono essere usati da altri.

Un ricorso in materia può ancora essere inoltrato entro il 27 gennaio.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.