Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Swisscom scende in campo nella battaglia per il futuro di PubliGroupe. L'operatore di telecomunicazioni ha sottoposto all'impresa vodese, a cui si interessa anche il gruppo editoriale Tamedia, un'offerta d'acquisto non vincolante di 230 milioni di franchi per rilevare il portale internet di elenchi telefonici local.ch. Swisscom già detiene il 50% della piattaforma, il resto è attualmente nella mani di PubliGroupe.

Più precisamente Swisscom vuole acquisire la totalità delle azioni controllate dal gruppo romando, specializzato nel marketing e negli annunci pubblicitari, in LTV Pagine Gialle SA (51%) e in Swisscom Directories SA (49%), che insieme gestiscono local.ch.

Con questa transazione, Swisscom intende "sviluppare ulteriormente il settore strategicamente importante degli elenchi telefonici nel contesto di mercato attuale e semplificare la struttura aziendale". Il "gigante blu" prevede di mantenere i circa 800 collaboratori.

"La nostra offerta non è una reazione a quella di Tamedia", ha spiegato all'ats il portavoce di Swisscom Carsten Roetz. "Vogliamo sondare qual è il grado di accettazione del consiglio d'amministrazione di PubliGroupe": "se segnalerà che si va nella giusta direzione e sarà pronto a convocare rapidamente un'assemblea generale straordinaria avanzeremo un'offerta vincolante", ha indicato Roetz.

Difatti, per motivi giuridici, il gruppo vodese deve indire un'assemblea straordinaria per decidere in merito all'offerta di Swisscom. Durante l'assemblea ordinaria di martedì prossimo ciò non sarà possibile. In una nota il consiglio d'amministrazione di PubliGroupe si limita ad affermare di aver preso atto dell'offerta di Swisscom e che prenderà posizione a tempo debito.

La settimana scorsa Tamedia aveva preannunciato il lancio di un'offerta pubblica di acquisto (opa) per rilevare interamente PubliGroup, di cui detiene già una partecipazione del 7,22%. Il gruppo editoriale zurighese propone 150 franchi per azione; il valore dell'operazione ammonterebbe così a circa 350 milioni di franchi. Anche allora il consiglio d'amministrazione del gruppo romando aveva affermato che valuterà a tempo debito l'offerta per poi prendere posizione.

SDA-ATS