Navigation

Swisscom smentisce voci su vendita Fastweb

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 novembre 2014 - 20:53
(Keystone-ATS)

Fastweb non è in vendita. Lo ha dichiarato questa sera durante una conferenza sulle telecomunicazioni a Barcellona il presidente della direzione di Swisscom Urs Schäppi. Il CEO del gigante telecom svizzero ha così fatto chiarezza sulla notizia pubblicata dall'agenzia Reuters un mese fa, secondo cui Swisscom starebbe valutando la cessione della sua controllata italiana.

"In Italia ci sono sempre voci e speculazioni", ha dichiarato Schäppi.

"Noi ci consideriamo felici proprietari di Fastweb", ha aggiunto. "Abbiamo investito nella sua rete e continuiamo a farlo. Siamo in grado di aumentare il valore di Fastweb, questo è il nostro modo di procedere", ha spiegato il CEO del primo operatore elvetico.

Stando a fonti citate un mese or sono da Reuters, Swisscom avrebbe lavorato con UBS, istituto che è da tempo consulente della multinazionale inglese Vodafone, uno dei principali operatori in Italia. La vendita - affermava l'agenzia di stampa - avrebbe potuto portare alla società elvetica 5 miliardi di euro (6 miliardi di franchi). In passato Swisscom ha peraltro rifiutato diverse offerte da parte di Vodafone.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.