Navigation

Swissport, due filiali belghe in insolvenza

Nuvole nere sui cieli sopra a Swissport. KEYSTONE/EPA/OLIVIER HOSLET sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 08 giugno 2020 - 14:00
(Keystone-ATS)

Fallimenti in seno al conglomerato Swissport: la società zurighese numero uno al mondo nell'assistenza aeroportuale ha annunciato lo stato di insolvenza per due filiali attive nello scalo di Bruxelles.

Le imprese erano deficitarie da anni e sono state più volte sostenute dalla casa madre, spiega il gruppo in un comunicato odierno. Nonostante vari tentativi non è stato possibile renderle redditizie. La situazione si è ulteriormente aggravata con l'epidemia di Covid-19: nonostante gli intensi colloqui avuti con i sindacati e le autorità aeroportuali la dirigenza locale non è stata capace di proporre piani in grado di avere successo.

Il coronavirus sta avendo un pesante impatto sull'intero gruppo: il fatturato a livello mondiale è crollato di circa l'80%. Swissport calcola che la ripresa del settore aereo sarà lenta: la domanda rimarrà bassa fino a 2021 inoltrato. La società sta cercando ancora liquidità per far fronte alle scadenze: il management è comunque fiducioso di riuscire a farlo in tempo utile.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.