Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Swissport potrebbe essere venduta a società canadese

Un'impiegata di Swissport impegnata nell'assistenza aeroportuale.

KEYSTONE/GAETAN BALLY

(sda-ats)

Il gruppo zurighese Swissport, attivo nell'assistenza aeroportuale a terra controllato dal conglomerato cinese HNA, potrebbe essere venduto alla società di investimento canadese Brookfield Asset Management.

L'operazione, ventilata dal "Financial Times" ma non commentata dall'azienda, potrebbe ammontare a tre miliardi di dollari. Brookfield Asset Management, con sede a Toronto, è uno dei maggiori operatori del Nordamerica nell'ambito degli immobili e delle infrastrutture, con un portafoglio di circa 285 miliardi di dollari.

In agosto vi erano state voci, riportate dall'agenzia Bloomberg, di un interessamento a Swissport da parte del fondo newyorchese Cerberus Capital, mentre già in aprile si parlava di una trattativa con Zemasek, il fondo sovrano di Singapore. Nello stesso mese HNA aveva rinunciato a quotare in borsa l'azienda elvetica per mancanza di liquidità.

Swissport è attiva in 315 aeroporti di 50 Paesi e occupa 68'000 persone. L'anno scorso ha generato un fatturato di 2,8 miliardi di euro (3,2 miliardi di franchi).

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.