Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Momento difficile per l'azienda attenta all'etica nell'abbigliamento.

(sda-ats)

L'azienda vodese Switcher, attiva nell'abbigliamento, è in difficoltà. La società con sede a Le Mont-sur-Lausanne (VD) non ha versato gli stipendi di aprile ai propri dipendenti.

Lo ha indicato oggi Unia, confermando una notizia diffusa da 24heures/Tribune de Genève e dalla RTS. Anche i suoi fornitori hanno interrotto le consegne.

Martedì è in programma una riunione con il sindacato, ha precisato Dominique Fovanna, responsabile del settore terziario presso Unia. Verrà allora esaminata la situazione nel suo insieme, ma l'inquietudine sul futuro dell'azienda, conosciuta per le sue magliette e fondata nel 1981, resta grande.

Il direttore generale Alban Dupuis si è dimesso e i proprietari indiani non forniscono al momento notizie. Il fondatore, Robin Cornelius, ha lasciato la società nel 2015 per dedicarsi alla sua azienda specializzata nella tracciabilità di prodotti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS