Navigation

SZ: si cerca scalatore, era sano e salvo in Ticino

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 marzo 2012 - 17:30
(Keystone-ATS)

Un'ampia azione di ricerca è stata condotta ieri nella Muotathal (SZ), in località Liplisbüel, dopo che alcuni scierscursionisti avevano dato l'allarme temendo che una valanga avesse travolto qualcuno. Avevano infatti notato nella neve uno zaino, uno scarpone un guanto e una piccozza da ghiaccio. Ma si è trattato di un falso allarme: il proprietario del materiale, un 33enne scalatore del ghiaccio, è stato infatti localizzato sano e salvo in Ticino.

L'uomo ha in seguito confermato alla polizia di essere stato la scorsa settimana nella regione assieme a una guida alpina e di aver perso gli oggetti in questione in una slavina.

La polizia cantonale svittese ricorda che è importante segnalare ogni valanga, anche quelle che hanno provocato unicamente una perdita di materiale: in questo modo è possibile evitare inutili azioni di ricerca e soccorso.

Nel caso in questione nella Muotathal sono intervenuti la Rega e il Soccorso alpino svizzero con una trentina di persone, due cani da valanga e diversi elicotteri.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?