Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

SZ: vittima di Brunnen è donna 56enne, fermato figlio

Secondo quando riferito dagli inquirenti, finora non è ancora chiaro il ruolo rivestito dal giovane nell'omicidio della madre (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/URS FLUEELER

(sda-ats)

Emergono nuovi elementi riguardanti il fatto di sangue verificatosi ieri a Brunnen, nel canton Svitto.

Il corpo senza vita trovato nel pomeriggio dalla polizia in una capanna da giardino è quello di una donna di 56 anni residente nel comune, mentre il giovane uomo fermato poco dopo dagli agenti è il figlio 18enne della vittima. Entrambi sono cittadini svizzeri.

In una nota diffusa nel pomeriggio, gli inquirenti precisano che finora non è ancora chiaro il ruolo rivestito dal giovane nell'omicidio della madre.

L'allarme era scattato ieri verso le 15.30: le forze dell'ordine erano state allertate perchè la donna non si era presentata sul posto di lavoro. Stando a notizie di stampa si tratterebbe della direttrice della filiale locale della banca Sparkasse Schwyz.

Giunti al suo domicilio, gli agenti avevano trovato il corpo senza vita nella rimessa in giardino. Sempre secondo quanto pubblicato dai portali online del "Blick" e di "20Minuten", il cadavere sarebbe stato carbonizzato.

Al loro arrivo i poliziotti avevano anche notato un giovane uomo che scappava: dopo un breve inseguimento lo avevano fermato in un boschetto della zona.

Gli inquirenti - che non forniscono altri dettagli - precisano che sono in corso indagini approfondite per chiarire quanto accaduto e il movente.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.