Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il direttore del Dipartimento costruzioni di Zugo Heinz Tännler, dell'Unione Democratica di Centro (UDC), non vuole candidarsi per l'elezione in Consiglio federale, il 9 dicembre. Questo pomeriggio ha informato la sezione cantonale dell'UDC.

Lo riferisce questa sera un comunicato del consigliere nazionale Thomas Aeschi, presidente cantonale dell'UDC, senza fornire precisazioni. Aeschi ha detto all'ats di essere sorpreso e dispiaciuto della decisione di Tännler, che, a suo dire, negli ultimi tempi si era sempre espresso in modo positivo per un eventuale candidatura governativa se fosse stato nominato dalla sezione cantonale di Zugo e dal gruppo parlamentare UDC.

Aeschi non ha voluto commentare le speculazioni sul fatto che la decisione di Tännler, 55 anni, potrebbe essere condizionata dal fatto di aver lavorato per la Federazione mondiale del calcio (FIFA) quale giurista dal 2004 al 2007.

Visti i procedimenti giudiziari in corso contro la FIFA, l'UDC intende infatti evitare un secondo caso come quello del consigliere nazionale zurighese Bruno Zuppiger, che nel dicembre del 2011 ritirò la sua candidatura all'esecutivo federale perché poco prima dell'elezione venne accusato di essersi appropriato indebitamente dell'eredità di una sua dipendente deceduta. In seguito Zuppiger fu condannato a 13 mesi di prigione sospesi con la condizionale. Quattro anni fa Heinz Tännler ha sfiorato la nomina arrivando dietro a Zuppiger. Dopo la rinuncia di quest'ultimo, a Tännler venne però preferito il consigliere nazionale turgoviese Hans-Jörg Walter.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS