Navigation

TAF: sospesa tassa per diritti d'autore su cellulari

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 maggio 2011 - 12:28
(Keystone-ATS)

Il prelievo di una tassa sui diritti d'autore per i telefoni cellulari è per il momento sospesa. Lo ha deciso il Tribunale amministrativo federale (TAF), adducendo che la ex presidente della Commissione federale per i diritti d'autore (CAF) potrebbe essere coinvolta in un conflitto d'interessi. La sentenza può essere impugnata presso il Tribunale federale (TF).

Nel marzo 2010 la CAF aveva deciso di introdurre una tassa unica di 30 centesimi per Gigabyte (Gb), equivalente a 4,80 franchi per ogni apparecchio cellulare dotato di 16 Gb di spazio. Ritenendo tale tassa non giustificata, l'Associazione svizzera per la tecnica dell'informazione, della comunicazione e dell'organizzazione (SWICO) aveva fatto ricorso al TAF.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.