Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MOSCA - Almeno 30 detenuti, tra cui cinque russi e quattro afghani condannati per un tentato colpo di Stato, sono evasi da un carcere di Dushanbe, capitale del Tagikistan, uccidendo diverse guardie. Lo riferisce l'agenzia Interfax, citando un alto ufficiale delle forze dell'ordine.
A dare inizio alla vicenda è stato un prigioniero che di notte si è impossessato dell'arma di una guardia uccidendola e sottraendogli le chiavi della sua cella. Dopo essere uscito, secondo la fonte, avrebbe ucciso altre guardie e liberato circa 30 detenuti. Tra loro, alcuni dei 46 condannati recentemente dalla corte suprema tagika da dieci anni all'ergastolo per un tentato colpo di Stato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS