Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Decisione storica della Corte costituzionale di Taiwan (foto d'archivio)

KEYSTONE/EPA/RITCHIE B. TONGO

(sda-ats)

La Corte costituzionale di Taiwan si è espressa in favore di matrimoni fra persone dello stesso sesso e ha quindi chiesto al Parlamento di emendare il codice civile in questo senso entro due anni.

La Corte costituzionale di Taiwan ha deliberato a favore della legittimità dei matrimoni gay, facendo dell'isola il primo paese dell'Asia a riconoscere ufficialmente i legami tra persone dello stesso sesso.

La Corte, in un atteso responso, ha affermato che il codice civile in vigore, non permettendo le nozze omosessuali in quanto riconosce solo quelle contratte tra un uomo e una donna, viola due articoli della costituzione della Repubblica di Cina, il nome ufficiale di Taiwan.

Le autorità devono rendere esecutive o modificare le relative leggi, in base alla decisione della Corte, nell'arco temporale di due anni senza che le coppie dello stesso sesso debbano presentare documenti per vedere il loro matrimonio riconosciuto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS