Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I talebani afghani hanno divulgato oggi una biografia del mullah Omar, in cui si informa che è ancora il loro leader supremo e che è coinvolto in "attività jihadiste".

Il documento di 19 pagine, inviato all'ANSA di Kabul da un portavoce, illustra nel dettaglio la vita, famiglia e 'carrierà del noto capo talebano che è uno dei principali ricercati dagli Stati Uniti. "Nonostante sia costantemente ricercato dal nemico - si legge - non c'è stato nessun cambiamento nel lavoro quotidiano del Mullah Muhammad Umar nel seguire e organizzare attività jihadiste". La biografia, tradotta in quattro lingue, inglese, urdu, farsi e pashto, è stata resa nota in occasione del 19esimo anniversario della nomina del mullah Omar a capo dell'Emirato Islamico dell'Afghanistan.

Secondo gli esperti, l'iniziativa è stata presa per contrastare alcune recenti defezioni di gruppi militanti filo talebani che si sono schierati con lo Stato Islamico (Isis) attivo in Iraq e Siria.

Qualche giorno fa, il movimento islamico dell'Uzbekistan, uno 'storicò alleato dei talebani afghani con base nel distretto tribale pachistano del Waziristan, aveva fatto sapere di essersi alleato con l'Isis di Abu Bakr al Baghdadi in quanto "non si avevano più notizie del mullah Omar da 13 anni". Lo sceicco, che ha perso l'occhio destro quando combatteva contro i russi (particolare confermato nella biografia), non appare più in pubblico dal 2001 quando riuscì a fuggire dopo l'intervento americano e a rifugiarsi molto probabilmente nel vicino Pakistan.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS