Navigation

Tassi negativi inefficaci e deleteri, per presidente banche Ginevra

La piazza di Ginevra chiede alla BNS di ritornare a una politica monetaria più ortodossa. KEYSTONE/SALVATORE DI NOLFI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 08 ottobre 2019 - 11:30
(Keystone-ATS)

I tassi negativi sono inefficaci e hanno conseguenze deleterie: lo afferma Yves Mirabaud, numero uno del gruppo bancario ginevrino Mirabaud e presidente della Fondazione Ginevra Piazza Finanziaria (FGPF), l'organizzazione locale del ramo.

Nonostante gli interessi sotto zero, la Banca nazionale svizzera (BNS) deve sempre intervenire sul mercato e il suo bilancio continua a gonfiarsi, ha affermato Mirabaud in una conferenza stampa. Lo strumento di politica monetaria in questione genera a suo avviso "effetti perversi": in particolare gli investitori si assumono sempre più rischi, aumentando la quota dell'immobiliare nei loro portafogli. Secondo la FGPF la BNS deve assolutamente rinunciare il più presto possibile ai tassi negativi, visti come una misura controproducente.

Riguardo alla situazione della piazza ginevrina, Mirabaud ha insistito sull'importanza delle intese bilaterali con l'Ue. La FGPF continua a sostenere l'accordo quadro istituzionale: a questo proposito dopo le elezioni del 20 ottobre è atteso un segnale forte da parte del Consiglio federale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.