Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Scende la disoccupazione in Svizzera: dal 3,5% di febbraio si è passati a marzo al 3,3%. I disoccupati iscritti agli uffici regionali di collocamento (URC) erano 142'846 (-6'413). Tendenza al ribasso anche in Ticino con una contrazione di 0,6 punti al 4,5%. Rispetto a marzo 2013 il numero di disoccupati sul piano nazionale è tuttavia aumentato del 2,8%.

Un comunicato odierno della Segreteria di stato dell'economia (SECO) indica che da un mese all'altro il numero dei giovani disoccupati (15-24 anni) è diminuito di 1'565 unità (-8,1%) a un totale di 17'854.

Le persone in cerca d'impiego registrate erano 199'911, 6'023 in meno rispetto a febbraio, ma 5'687 in più rispetto a marzo 2013. In aumento il numero dei posti vacanti annunciati presso gli URC, saliti a 14'741 (+699).

La Seco spiega anche che il lavoro ridotto - le cifre si riferiscono a gennaio 2014 - ha colpito 1'952 persone (-45,6% rispetto a dicembre 2013). Il numero delle aziende interessate è nel contempo diminuito di 98 unità (-31,4%), a un totale di 214. In calo pure il numero delle ore di lavoro perse: -28,7% a 46'724.

Sempre a gennaio, secondo dati provvisori forniti dalle casse di disoccupazione, le persone che avevano perso il diritto alle prestazioni dell'assicurazione contro la disoccupazione erano 3'742.

In Ticino i disoccupati registrati a marzo erano 7'314 (8'129 in febbraio) e nei Grigioni 1'747 (1'998), per un tasso di disoccupazione che nel cantone retico è sceso su base mensile di 0,2 punti all'1,6%.

I tassi di disoccupazione più bassi sono stati fatti segnare da Obvaldo e Nidvaldo (entrambi 1,0%), quelli più alti da Vaud (5,1%; -0,2 punti su base mensile), Neuchâtel (5,4%; -0,3 punti) e Ginevra (5,6%: invariato).

Tra i cittadini di nazionalità svizzera il tasso di disoccupazione è arretrato di 0,1 punti al 2,3% e tra i lavoratori stranieri di 0,4 punti al 6,5%.

Le cifre annunciate oggi non sono in linea con le attese: "ci aspettavamo una contrazione più forte", ha detto Boris Zürcher, capo della Divisione del Lavoro presso la SECO.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS