Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

TCS mette in guardia contro sistemi dotati di sistema di chiusura "keyless"

(sda-ats)

La protezione antifurto delle automobili con sistema di chiusura "keyless" (senza chiave) deve essere migliorata.

Questi veicoli sono infatti molto più facili da rubare rispetto a quelli muniti di una normale chiave con telecomando, avverte il Touring Club Svizzero (TCS), che ha effettuato un test su 24 vetture di nuova generazione.

Non è la prima volta che il TCS invita i costruttori di automobili a migliorare il sistema"keyless". Per rubare l'auto bastano due persone: la prima, munita di un piccolo ricevitore, si avvicina al proprietario o al luogo dov'è depositata la chiave della vettura, il secondo, con un piccolo trasmettitore, si piazza vicino alla portiera dell'auto. In questo modo si "prolunga" di oltre cento metri il segnale radio per l'apertura e l'avviamento del veicolo

Un ulteriore test effettuato su 76 altri modelli mostra come nello spazio di pochi secondi, automobili chiuse correttamente siano state aperte e messe in moto. Secondo il TCS, una soluzione ci sarebbe per evitare questi inconvenienti. Il Politecnico federale di Zurigo ha infatti sviluppato una tecnica, pronta per la commercializzazione, con la quale il veicolo riconosce l'eventuale deviazione del segnale della chiave, bloccandone l'apertura.

Grazie a questa "programmazione intelligente" i costruttori potrebbero migliorare la loro protezione antifurto. Il TCS sconsiglia invece agli utenti di adottare altre soluzioni non professionali proposte attualmente, quali i portachiavi schermati o l'avvolgere la chiave in un foglio di alluminio, perché sono "inaffidabili o impraticabili".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS