Tecan, fabbricante zurighese di apparecchi per l'analisi di laboratorio, ha realizzato nel primo semestre un fatturato di 182 milioni di franchi, in calo dello 0,2% rispetto alla prima parte del 2012 (-0,5% in valute locali). Le nuove commesse sono per contro salite del 5,3% a 189 milioni.

Un'evoluzione contrastante è stata registrata anche in relazione alla redditività: il risultato operativo Ebit è aumentato del 3,3% a 23 milioni, mentre l'utile netto si è contratto del 6,7% a 17 milioni. In generale a un primo trimestre difficile è seguito un secondo assai più dinamico: in Cina la crescita dei ricavi è stata a due cifre. Per l'insieme del 2013 viene confermata la previsione di una progressione delle vendite in valute locali intorno al 5%.

La borsa ha reagito bene. Giro d'affari e utile netto sono inferiori alle previsioni degli analisti, ma gli investitori hanno apprezzato le buone nuove sul fronte operativo e la conferma degli obiettivi annuali: a Zurigo il titolo Tecan nella prima ora di contrattazioni guadagnava circa l'1% in un mercato di per sé anemico.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.