Navigation

Teheran, nessun dialogo con gli Usa, Trump è criminale

L'Iran di Ali Khamenei non ha nessuna intenzione di allacciare rapporti con gli Usa di Donald Trump. KEYSTONE/AP sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 22 giugno 2020 - 15:27
(Keystone-ATS)

L'Iran manterrà le sue attuali politiche regionali e non accetterà colloqui con l'amministrazione di Donald Trump, in particolare sul suo programma di missili balistici.

Lo ha dichiarato il generale maggiore Hossein Dehghan, consigliere militare della Guida suprema di Teheran, Ali Khamenei.

"Trump non è un presidente, ma un criminale", ha detto Dehghan, citato dalla Fars, minacciando una dura risposta contro qualsiasi eventuale "movimento provocatorio" delle forze Usa nel Golfo Persico.

"Se l'Arabia Saudita ammetterà il suo fallimento in Yemen e adotterà una nuova politica al posto del suo inutile avventurismo militare, Teheran è pronta a tenere colloqui con Riad senza precondizioni", ha aggiunto il consigliere di Khamenei, auspicando anche una ripresa del dialogo nella regione con gli Emirati Arabi Uniti.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.