Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La realizzazione del telescopio spaziale CHEOPS può iniziare. Questo progetto di ricerca guidato dall'Università di Berna consentirà dal 2017 di osservare pianeti al di fuori del sistema solare, indica oggi in una nota l'ateneo.

Diciotto mesi dopo essere stato selezionato dall'Agenzia spaziale europea (ESA), il progetto battezzato CHEOPS (CHaracterizing ExOPlanet Satellite) entra quindi nella sua fase concreta di realizzazione. Ciò è stato possibile grazie alla collaborazione tra il team di ricercatori elvetici, l'industria e l'ESA.

CHEOPS è un telescopio spaziale della nuova generazione che sarà messo in orbita nel 2017 ad un'altitudine di 800 chilometri. La struttura di base sarà fornita dall'industria svizzera, mentre altri elementi saranno costruiti da partner europei.

Stando alle direttive dell'ESA, i progetti della nuova categoria denominata "classe S" (small class) non devono superare una spesa di 150 milioni di euro. CHEOPS dovrebbe costare ancora meno e sarà sovvenzionato per un terzo dall'ESA, per un terzo dalla Svizzera e per un terzo dalle altre nazioni partecipanti alla missione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS