Navigation

Televisori e decoder dovranno consumare meno energia

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 ottobre 2011 - 11:05
(Keystone-ATS)

Seguendo l'esempio europeo, anche il Consiglio federale intende inasprire le prescrizioni riguardo l'efficienza energetica di televisori, pompe di circolazione, lampade a fluorescenza e per l'illuminazione stradale, decoder. La relativa modifica dell'ordinanza approvata oggi entrerà in vigore all'inizio del 2012, indica una nota odierna dell'Ufficio federale dell'energia (UFE), il quale precisa che il governo intende pure introdurre l'etichetta energia per i televisori.

Inoltre, sottolinea la nota, verranno riprese dall'UE le nuove categorie per le etichette energetiche di frigoriferi e congelatori, lavatrici e lavastoviglie

Oltre alle nuove disposizioni Ue riguardanti i consumi degli apparecchi elettrici, la Confederazione ha deciso anche di adeguare la propria etichetta energetica agli standard Ue: quella europea arriva ora fino alla classe A+++. Berna riprende quindi le corrispondenti definizioni.

Le nuove prescrizioni dovrebbero consentire di risparmiare, entro il 2020, 1,35 miliardi di chilowattora (kWh) l'anno, corrispondenti a tre volte il consumo annuo di energia elettrica del canton Sciaffusa.

Stando all'esecutivo, gli apparecchi nuovi che non soddisfano le nuove prescrizioni potranno essere commercializzati per altri sei mesi a partire dall'entrata in vigore delle prescrizioni riviste e venduti nei negozi per un periodo massimo di due anni. Trascorso questo termine, gli apparecchi non conformi dovranno essere ritirati dagli scaffali.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?