Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

SANTIAGO DEL CILE - Le grida di aiuto si vanno via via spegnendo sotto le macerie di un edificio di 14 piani che è crollato al momento del terremoto di magnitudo 8,8 a Concepcion, la seconda città più grande del Cile dopo Santiago.
Si calcola che 60 persone siano ancora intrappolate sotto le macerie del palazzo che era stato costruito da poco, tanto che solo il 50 per cento degli appartamenti era già abitato. Un totale di 22 persone sono state estratte finora in vita dall'edificio.
"Ci sono grida che si spengono", ha detto un giornalista di radio Bio Bio, mentre una squadra speciale di 40 vigili del fuoco con cani è giunta poco fa a Concepcion dalla capitale.
I lavori di soccorso sono ostacolati dalle ripetute scosse di assestamento che superano anche i 6 gradi della scala Richter.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS