Navigation

Terremoti: scossa di magnitudo 6.8 nelle Filippine

La cartina dell'area interessata dal sisma. KEYSTONE/EPA USGS/USGS / HANDOUT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 15 dicembre 2019 - 11:36
(Keystone-ATS)

Una scossa di terremoto di magnitudo 6.8 ha colpito oggi il sud delle Filippine. Almeno 4 persone, tra cui un bimbo di 6 anni, sono morte.

Il primo bilancio è stato fornito dal sottosegretario Renato Solidum alla Super Radyo dzBB, secondo quanto riporta l'emittente tv GMA News. Solidum è anche il direttore dell'Istituto di vulcanologia e sismologia nazionale.

L'ufficio del presidente ha reso noto che al momento del sisma Rodrigo Duterte si trovava con sua figlia nella sua casa di Davao City, nella provincia colpita di Davao del Sur. Entrambi sono rimasti illesi.

Il bambino ha perso la vita nella cittadina di Matanao, ha detto il sindaco Vincent Fernandez a Super Radyo dzBB. Le altre tre vittime, secondo l'ufficio dei vigili del fuoco, si trovavano in un edificio di tre piani nella cittadina costiera di Padada, che ospitava un supermercato e che è crollato.

Il terremoto ha provocato il panico tra la popolazione e molte persone che in quel momento si trovavano nei centri commerciali, nelle loro case o in altri edifici si sono riversate in strada, hanno detto funzionari locali.

L'epicentro del violento sisma, secondo l'Istituto di vulcanologia nazionale, è stato localizzato a circa sei chilometri a nordovest di Padada. Alla prima forte scossa ne sono seguite per ora una decina, la cui magnitudo oscilla tra 4.7 e 5.7.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.