Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

All'indomani del sisma che ha colpito l'Ecuador, la Catena della Solidarietà ha annunciato che metterà a disposizione delle sue ong partner attive nel Paese due milioni di franchi dei suoi fondi permanenti a favore dell'America latina.

Dal canto suo, il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) ha inviato degli esperti sul posto.

Malgrado "l'ampiezza dei danni", la Catena della Solidarietà rinuncia a lanciare un appello per versare donazioni. "L'Ecuador, considerato come un Paese della categoria di 'reddito medio', è in grado di far fronte alla situazione in questo stadio", spiega la Catena della Solidarietà in un comunicato odierno. Inoltre, solo un piccolo numero di partner è attivo sul posto.

La Catena della Solidarietà dispone di un fondo permanente, che "permette di venire in aiuto alle vittime di nuove catastrofi".

"Tre specialisti di valutazione delle catastrofi naturali sono stati inviati in Ecuador". Il consigliere federale Didier Burkhalter ha espresso tutta la vicinanza alle persone colpite. Al momento, il Dipartimento non ha indicazioni di vittime svizzere.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS