Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È salito ad almeno 357 morti accertati e a circa 1.300 feriti il bilancio del terremoto di magnitudo 6.5 che oggi ha colpito la provincia di Yunnan nel sud-ovest della Cina. Lo afferma la tv di stato cinese Cctv, citata anche da Bbc e Cnn.

Il sisma si è verificato alle 16:30 locali (le 10:30 in Svizzera) nel distretto di Ludian. Secondo l'agenzia Nuova Cina, le case distrutte sono circa 12.000.

L'epicentro del movimento tellurico è stato localizzato nei pressi della città di Zhaotong, a circa 300 chilometri dal capoluogo provinciale Kunming, mentre l'ipocentro a una profondità relativamente scarsa, appena 12 chilometri nel sottosuolo, tale pertanto da far temere conseguenze potenzialmente molto pesanti.

La zona è a forte rischio: nel settembre 2012 un terremoto di magnitudo 5,7 causò ottanta morti e ottocento feriti. Nel 1974 un movimento tellurico di 7,1 gradi sulla scala aperta Richter uccise ben 1.500 persone.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS