Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Per la prima volta dal disastro di Fukushima nel 2011, un nuovo terremoto del massimo livello nella scala sismica giapponese colpisce il Giappone: almeno 19 le case crollate, tre i morti, decine i feriti.

I soccorritori ancora al lavoro per liberare chi è rimasto intrappolato sotto le macerie.

Il sisma ha provocato uno sciame sismico di notevole intensità attorno al monte Aso, il maggior vulcano attivo dell'arcipelago. L'agenzia meteorologica nazionale ha segnalato la prima scossa di magnitudo 6.4 alle 21:26 (13:26 in Svizzera) con l'epicentro di 10 km nella prefettura di Kumamoto, 1300 km a sud ovest da Tokyo

Secondo le prime testimonianze il terremoto è cresciuto di intensità durando fino a 30 secondi, e una seconda scossa di assestamento, di magnitudo 5.7 si è verificata 40 minuti dopo. Nelle successive 4 ore la zona ha registrato una sequenza di almeno 11 scosse con magnitudo sostenute fino a 6.4, costringendo i residenti a rimanere nelle strade.

In una conferenza stampa convocata d'urgenza il capo di Gabinetto Yoshihide Suga ha menzionato il crollo di 19 abitazioni e il ferimento di almeno 12 persone. L'agenzia Kyodo ha riferito di 3 vittime e di almeno 70 persone che si sono sottoposte a cure in ospedale.

Nessun allarme tsunami è stato lanciato mentre l'Autorità per la Sicurezza Nucleare non ha segnalato anomalie alle centrali nucleari di Sendai e di Genkai nelle vicine prefetture di Kagoshima e Saga.

I servizi dei treni Shinkansen sono stati temporaneamente sospesi a titolo precauzionale. Nel frattempo la televisione pubblica Nhk ha interrotto le trasmissioni per seguire in diretta gli sviluppi nella regione.

I crolli delle abitazioni, secondo la polizia lasciano intendere che sono rimaste intrappolate diverse persone, e le attività di soccorso continueranno durante la notte.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS