La Catena della Solidarietà ha avviato stamane l'annunciata colletta nazionale per i terremotati del Nepal. Verso mezzogiorno le promesse di versamenti superavano i 2,5 milioni di franchi, che si aggiungono agli oltre 6,1 milioni già ricevuti fino a ieri.

L'azione è sostenuta dalla SSR e dalle radio private. Più di 500 volontari raccolgono promesse telefoniche di versamento nei centralini aperti negli studi della SSR a Ginevra, Coira, Lugano e Zurigo dalle 6.00 del mattino a mezzanotte, indica il sito web della Catena.

Personalità svizzere esprimeranno la loro solidarietà e risponderanno al telefono in ognuno degli studi della radio-tv nazionale. La presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga sarà presente in serata nella centrale di raccolta a Zurigo.

Il denaro versato sarà investito nell'aiuto urgente dapprima e nella ricostruzione poi. Fino al 4 maggio sono già stati raccolti 6'137'252 franchi, indica il sito web, che aggiorna continuamente l'ammontare delle promesse di versamenti odierne (2'543'670 franchi a mezzogiorno).

Quattordici organizzazioni non governative partner della Catena sono già operative in Nepal. Soccorrono i feriti del terremoto del 25 aprile, distribuiscono materiale medico, cibo, acqua potabile, tende e teloni. Il bilancio attuale del sisma è di oltre 7300 morti e 14'500 feriti.

Per le promesse di versamenti nell'ambito della Giornata di solidarietà per il Nepal è attivo il numero telefonico 0800 87 07 07. Chi desidera donare può farlo direttamente online sul sito web www.catena-della-solidarieta.ch, con l'aiuto dell'applicazione della Catena "Swiss Solidarity”, via SMS (Swisscom) al numero 480 con menzione "Nepal", o sul conto postale 10-15000-6 (con la menzione “Nepal”).

http://www.catena-della-solidarieta.ch

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.