Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È di 26 morti e oltre 130 feriti il bilancio provvisorio degli attacchi terroristici che hanno scosso oggi Bruxelles.

Un dato definitivo ufficiale non c'è ancora, ma le due esplosioni all'aeroporto della capitale e quella nella metropolitana di Maalbeek - a due passi dalla sede della Commissione europea - hanno fatto scattare il massimo livello di allerta nel cuore dell'Europa e indotto le autorità a rafforzare le misure di sicurezza negli aeroporti delle principali capitali del mondo.

Il ministro belga della sanità, Maggie de Block, ha detto che all'aeroporto sono rimaste uccise undici persone e 81 ferite. Mentre per quanto riguarda la metro Malbeek, la società dei trasporti della città (Stib) ha detto che ci sono 15 morti e 55 feriti.

Per il momento gli attentati non sono stati rivendicati, ma il procuratore federale Frederic Van Leeuw ha definito le tre esplosioni "attacchi terroristici", confermando almeno un kamikaze all'aeroporto di Zaventem.

Da parte loro, on line molti sostenitori dell'autoproclamato Stato islamico (Isis) già festeggiano, riferisce la Bbc, aggiungendo che molti di loro stanno utilizzando l'hashtag in arabo #Brusselsonfire, simile al #Parisonfire utilizzato dopo gli attacchi dello Stato islamico a Parigi del 13 novembre.

"Con gli attacchi di Bruxelles è stata colpita tutta l'Europa", ha detto il presidente francese, François Hollande. "I ripugnanti attentati di Bruxelles ci spingono a restare uniti: solidarietà con le vittime e fermezza contro i terroristi" è stato il messaggio del portavoce della cancelliera tedesca Angela Merkel, Steffen Seibert, pubblicato su Twitter. "Sono scioccato e preoccupato per gli eventi di Bruxelles. Faremo tutto ciò che possiamo per aiutare", ha affermato il premier britannico David Cameron in un tweet.

Le due cariche esplosive all'aeroporto si trovavano ai banchi accettazione dell'American Airlines e vicino al bar della catena Starbucks: la hall delle partenze è stata completamente devastata. Scene di panico fra i passeggeri, che subito sono stati allontanati dallo scalo, che è stato chiuso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS