Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'insicurezza provocata dal terrorismo non porterà a un calo dei passeggeri: lo afferma l'uscente presidente della direzione di Swiss Harry Hohmeister.

"La mobilità è parte della globalizzazione", spiega Hohmeister in un'intervista pubblicata dalla NZZ am Sonntag. Impossibile pensare di rinunciare all'aereo, come è impossibile fare a meno dell'auto o della ferrovia.

Dopo gli attentati a New York del 2011 e gli attacchi a Parigi di un mese fa si è osservato a corto termine un calo della domanda, che poi è però ripresa. Questo secondo Hohmeister perché le famiglie sono oramai disseminate su lunghe distanze: "e come ci si può ancora vedere, se non salendo su un aereo?", si chiede il manager.

Come noto Hohmeister lascerà presto l'incarico: dal primo gennaio assumerà una funzione dirigenziale presso la casa madre Lufthansa. Nuovo CEO di Swiss sarà un altro tedesco, Thomas Klühr.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS