LAGOS - La Nigeria ha definito oggi "ingiusta" la decisione degli Stati Uniti di inserirla nella lista dei paesi i cui cittadini dovranno essere sottoposti a controlli sistematici se si imbarcheranno su voli con destinazione Usa.
La procedura è entrata in vigore oggi, dopo il fallito attentato del giorno di Natale ad un aereo della Delta partito da Amsterdam e diretto a Detroit. Il fatto che l'attentatore fosse un nigeriano, Umar Farouk Abdulmutallab, non significa - ha protestato il ministro dell'informazione nigeriano Dora Akunyili - "che tutta la Nigeria debba essere punita".
"Il comportamento di Abdulmutallab - ha sottolineato Akunyili - non rappresenta la Nigeria e non può essere usato per condannare tutti i nigeriani. (...) Non è giusto discriminare 150 milioni di persone a causa di una sola".
Abdulmutallab, ha concluso il ministro nigeriano - "non è stato istruito in Nigeria, non è stato reclutato o addestrato in Nigeria, non ha ricevuto supporti dalla Nigeria".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.