La procura di Palermo ha disposto il fermo di due persone accusate di istigazione a commettere reati di terrorismo e autoaddestramento per commettere atti terroristici.

Si tratta di un palermitano di 25 anni, residente in Lombardia, e di un marocchino di 18 anni, che vive a Novara. I due progettavano di andare a combattere con l'esercito dell’Isis in Siria e Turchia. Si sarebbero conosciuti su internet. Il giovane marocchino avrebbe spinto l'altro alla radicalizzazione. Il palermitano vive ora a Brescia dove fa l'autotrasportatore. Gli inquirenti hanno monitorato la sua intensa attività di propaganda sui social.

Uno di loro ha anche avuto per alcuni mesi rapporti, tramite il web, con una jihadista americana che vive negli Usa che gli forniva indicazioni riservate sulle zone teatro delle battaglie dell'Isis. Gli inquirenti stanno cercando di identificarla.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.