Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il gruppo armato anarco-insurrezionalista Cospirazione dei Nuclei di Fuoco (Spf) ha rivendicato oggi la responsabilità dell'attentato ai danni del giudice di Corte d'Appello Dimitris Mokkas, che si occupa di processi a terroristi, al quale ieri era stata recapitata una busta esplosiva.

La busta, simile ad altre inviate in passato dallo stesso gruppo, era stata consegnata al magistrato, tornato dalle vacanze, da una vicina. Ma Mokkas, ritenendo la busta sospetta, l'ha gettata a terra dove ha preso fuoco senza provocare danni.

Nella rivendicazione, che è apparsa su un sito web di estrema sinistra, l'Sfp - che ha stretti legami con la Federazione anarchica italiana (Fai) - sostiene di aver inviato la lettera esplosiva a Makkas per ritorsione ad una serie di arresti di anarchici.

Nel messaggio, il gruppo - dopo aver affermato che molti magistrati sono privi di guardie del corpo e che "è facile trovarli" - esorta i propri aderenti e simpatizzanti a compiere altri attacchi contro di loro, dalle aggressioni fisiche agli attentati dinamitardi e alle "esecuzioni".

Cospirazione dei Nuclei di Fuoco è responsabile di una lunga serie di attentati (senza vittime) sin dal 2008 e sino ad oggi una ventina di presunti aderenti al gruppo sono stati incriminati.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS