Navigation

Terrorismo: unire il mondo contro Teheran, Biden

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 ottobre 2011 - 17:23
(Keystone-ATS)

L'amministrazione Obama punta a creare una muova campagna mondiale per isolare l'Iran. Lo ha spiegato il vicepresidente degli Stati Uniti, Joe Biden, in un'intervista tv all'indomani della scoperta di un complotto terroristico che avrebbe gettato nel panico la capitale americana.

"È di fondamentale importanza - ha osservato Biden - che uniamo tutto il mondo, l'opinione pubblica del pianeta, allo scopo di isolare Teheran. Questa è la forma più sicura di ottenere risultati". "Si tratta di un atto atroce di cui gli iraniani devono esere chiamati a rispondere". Biden ha aggiunto che l'azione contro l'Iran potrebbe andare oltre le sanzioni, ma ha anche precisato: "non siamo ancora a quel punto".

Da parte sua il presidente della Commissione parlantare sulla Sicurezza interna degli USA, Peter King, citato dalla CNN ha dichiarato che "sul tavolo ci sono tutte le opzioni, e non si può escludere anche una risposta militare". Intanto le tv americane si interrogano se considerare lo sventato complotto da parte dell'Iran come un atto di guerra.

Il ministro degli esteri iraniano Ali Akbar Salehi ha da parte sua ha messo in guardia gli Stati Uniti da ogni confronto: "noi non cerchiamo il confronto - ha detto Salehi all'uscita del consiglio dei ministri, secondo quanto riferisce l'agenzia Isna - ma se ce lo impongono le conseguenze saranno più dure per loro".

Il ministero degli esteri iraniano ha anche convocato l'incaricato d'affari dell'ambasciata svizzera a Teheran, che rappresenta gli interessi di Washington, per manifestargli la sua "ferma protesta" contro le "infondate accuse" giunte dagli Usa.

È piuttosto l'Iran, è stato comunicato al rappresentante svizzero, ad essere vittima di gruppi terroristici sostenuti dagli Usa, secondo quanto riporta l'agenzia Irna. Il diplomatico svizzero, intervenuto in assenza dell'ambasciatore, ha assicurato che avrebbe riferito il messaggio, sempre secondo l'Irna, alle autorità statunitensi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?