L'attacco alle moschee di Christchurch, in Nuova Zelanda, rappresenta una nuova dimensione in materia di terrorismo e vi è da temere che fungerà da ispirazione per altri estremisti: ne è convinto l'esperto svizzero di sicurezza Peter Forster.

In un'intervista al Blick l'ex colonnello dell'esercito svizzero spiega di vedere una importante differenza fra quanto successo a Christchurch e gli assalti di matrice islamica: gli attentatori musulmani cercano di immolarsi, mentre Brenton Tarrant - il 28enne australiano che ha operato il suo attacco sanguinario - non voleva sacrificarsi. Al contrario, ha girato un video per mostrarlo in diretta su internet.

"Per me questa è una nuova dimensione del terrore", afferma Forster. A suo avviso Tarrant "ha già raggiunto il suo perfido scopo: invogliare altri a imitarlo". "Ho paura che ora dovremo fare i conti con più terrorismo di destra", conclude il caporedattore del mensile "Schweizer Soldat".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.