Navigation

Tertianum, nuova proprietà per società con 4900 dipendenti

Tertianum è attiva nel settore dell'assistenza agli anziani. KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 17 febbraio 2020 - 09:11
(Keystone-ATS)

Via libera della Commissione federale della concorrenza (Comco) alla cessione di Tertianum, azienda attiva su scala nazionale - Ticino e Grigioni compresi - nei servizi di cura e assistenza per le persone della terza e quarta età.

La Comco non ha sollevato obiezioni al passaggio di proprietà da Swiss Prime Site (SPS) - la più grande società immobiliare elvetica quotata in borsa - all'azienda di investimento Capvis di Baar (ZG), informa la stessa SPS in un comunicato odierno.

Il contratto riguarda la cessione della gestione operativa di oltre 80 strutture di cura, centri abitativi e di cura, nonché residenze in tutta la Svizzera. I circa 4900 dipendenti e la dirigenza di Tertianum rimarranno al loro posto. Swiss Prime Site manterrà però la proprietà di 16 immobili e dei progetti riguardanti altri quattro stabili, con l'obiettivo di mantenere una buona diversificazione del portafoglio immobiliare.

Tertianum è presente in 16 cantoni. In Ticino gestisce la Residenza al Lido di Locarno, la Residenza al Parco di Muralto, il centro abitativo e di cura Al Vigneto di Tenero e il Centro Comacini di Chiasso; nel 2020 è prevista l'apertura del centro Cornaredo di Lugano. Nei Grigioni Tertianum gestisce unità a Coira e Zizers. Nel 2019 il gruppo ha realizzato un fatturato di 520 milioni di franchi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.