Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La guerra fredda impazzava e la Gran Bretagna temeva che i russi - così vicini al tempo di massima espansione dell'Unione Sovietica - stessero lavorando a un programma di armi batteriologiche. Gli effetti delle bombe atomiche lanciate sul Giappone erano poi ancora vividi. Ecco allora che il Regno Unito non si fece scrupoli ad esporre cavie e scimmie ai germi mortali della peste bubbonica. Gli esperimenti furono filmati. E quelle immagini sono ora riaffiorate dell'oblio degli archivi militari.

I test - nome in codice: Operazione Cauldron - vennero compiuti dal maggio al settembre del 1952, sull'isola di Lewis, nell'arcipelago delle Ebridi Esterne. Circa 3500 cavie e 83 Macacus Rhesus (primati della famiglia dei Cercopitecidi molto diffuso in Asia) perirono durante le ricerche.

Mike Kenner, 58 anni, attivista originario di Weymouth, Dorset, è riuscito a ottenere dal Ministero della Difesa il video da 47 minuti e lo ha postato su YouTube. Le immagini delle scimmie impaurite che vengono irradiate dal morbo attraverso una piccola bomba sono raccapriccianti.

"Per quanto ne so - ha detto Kenner al Daily Mail - è l'unico film che mostra animali esposti ad agenti patogeni. Quando si scorgono le scimmie non si può fare a meno di entrare in empatia e pensare che queste armi erano state progettate per essere usate contro gli esseri umani".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS