Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La guerra fredda impazzava e la Gran Bretagna temeva che i russi - così vicini al tempo di massima espansione dell'Unione Sovietica - stessero lavorando a un programma di armi batteriologiche. Gli effetti delle bombe atomiche lanciate sul Giappone erano poi ancora vividi. Ecco allora che il Regno Unito non si fece scrupoli ad esporre cavie e scimmie ai germi mortali della peste bubbonica. Gli esperimenti furono filmati. E quelle immagini sono ora riaffiorate dell'oblio degli archivi militari.

I test - nome in codice: Operazione Cauldron - vennero compiuti dal maggio al settembre del 1952, sull'isola di Lewis, nell'arcipelago delle Ebridi Esterne. Circa 3500 cavie e 83 Macacus Rhesus (primati della famiglia dei Cercopitecidi molto diffuso in Asia) perirono durante le ricerche.

Mike Kenner, 58 anni, attivista originario di Weymouth, Dorset, è riuscito a ottenere dal Ministero della Difesa il video da 47 minuti e lo ha postato su YouTube. Le immagini delle scimmie impaurite che vengono irradiate dal morbo attraverso una piccola bomba sono raccapriccianti.

"Per quanto ne so - ha detto Kenner al Daily Mail - è l'unico film che mostra animali esposti ad agenti patogeni. Quando si scorgono le scimmie non si può fare a meno di entrare in empatia e pensare che queste armi erano state progettate per essere usate contro gli esseri umani".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS