Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Almeno 28 civili, per lo più donne e bambini, sono stati uccisi nella Siria centrale a sud-ovest di Homs e a ridosso del confine libanese. Lo hanno detto all'ANSA testimoni del massacro di Wadi al Mawla, villaggio a pochi chilometri dal confine libanese, indicando nel dettaglio le generalità delle vittime e il modo in cui sono state uccise. Il massacro è avvenuto il 15 novembre scorso ma se ne è avuta notizia soltanto oggi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS