Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un'alunna di fede musulmana di St. Margrethen (SG) potrà presentarsi in classe con il velo: lo ha stabilito il Tribunale federale, che ha respinto un ricorso presentato dalle autorità scolastiche contro il via libera deciso dal Tribunale amministrativo cantonale.

La controversia tra i genitori dell'adolescente e le autorità scolastiche di St. Margrethen era scoppiata nell'agosto del 2013 quando la ragazza 13enne si era presentata in classe con un copricapo islamico (hijab).

Su raccomandazione del capo del dipartimento cantonale dell'istruzione pubblica Stefan Kölliker (UDC), il comune aveva in seguito stabilito un regolamento che vietava di indossare il velo.

Contrari a questa normativa, i genitori della ragazza, che sono di origine bosniaca, si erano rifiutati - sino a fine novembre 2013 - di mandare la figlia a scuola. Successivamente la 13enne aveva potuto nuovamente frequentare le lezioni grazie alla decisione del Tribunale amministrativo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS