Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Tribunale federale (TF) ha respinto un ricorso del gigante minerario brasiliano Vale International. Il contenzioso relativo all'importo degli esoneri fiscali accordati alla multinazionale, stabilitasi a St-Prex (VD) nel 2006, non è tuttavia terminato.

Vale non aveva apprezzato il fatto che il fisco vodese, dopo un ricorso dell'Amministrazione federale delle contribuzioni (AFC), avesse diminuito il tasso di esonero dell'imposta federale diretta (IFD) dall'80% al 60%. Secondo l'AFC, Vale non aveva soddisfatto tutte le condizioni necessarie all'ottenimento di tale sgravio. Il Cantone si era inoltre piegato alle esigenze della Confederazione, che obbligava Vale a pagare 212 milioni di franchi di IFD supplementari per il periodo 2006-2009.

Il gigante minerario brasiliano ha contestato tale decisione, ma il Tribunale cantonale vodese l'ha sconfessato, adducendo che Vale aveva soltanto lo statuto di "terzo interessato" nel litigio tra il fisco cantonale e l'AFC. In ultima istanza, il TF ha respinto a sua volta il ricorso di Vale e ha messo fine a questo aspetto della vertenza.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS