Navigation

TF: giro di vite su emissioni cellulari in vista

Più controlli in vista KEYSTONE/SANDRA HILDEBRANDT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 31 ottobre 2019 - 18:06
(Keystone-ATS)

L'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) dovrà verificare il rispetto dei limiti fissati per le emissioni delle antenne di telefonia mobile. L'ha deciso il Tribunale federale (TF) in seguito a controlli eseguiti nello stesso ambito nel canton Svitto.

Dalle misurazioni fatte tre anni fa da un'azienda che aveva ricevuto un mandato in tal senso dal canton Svitto risultava che delle 14 antenne ispezionate 8 non rispettavano i valori massimi e le direzioni di emissione indicate nelle licenze edilizie. Questo benché, come indicato nella sentenza resa pubblica oggi dalla "Neue Zürcher Zeitung", si trattasse di importanti parametri per determinare il valore delle radiazioni emesse dagli impianti di telefonia mobile.

Chiamati a statuire sul ricorso di tre abitanti di Romanshorn (TG) contro l'ampliamento di un'antenna Sunrise, i giudici federali, pur respingendo le richieste, hanno concluso che il sistema di garanzia della qualità (SGQ) istituito per rilevare i superamenti dei valori limite di emissione potrebbe rilevarsi impreciso.

Per rispettare questi valori limite, gli operatori sono dunque chiamati ad adottare misure preventive, obiettive e verificabili. Oppure, secondo una direttiva dell'Ufficio federale dell'ambiente del 2006, possono adottare un sistema che registra ogni giorno lavorativo la forza effettiva delle onde e la loro diffusione per tutte le antenne.

Eventuali superamenti di tali limiti sono da segnalare all'operatore che deve porvi rimedio entro un giorno per gli impianti telecomandati, entro una settimana negli altri casi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.