Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una giovane marocchina che aveva lavorato per due anni per due amiche di sua madre a Ginevra senza percepire alcun salario riceverà un indennizzo di 250'000 franchi. Il Tribunale federale (TF) ha confermato una decisione in tal senso della giustizia ginevrina.

La giovane era arrivata in Svizzera nel 2008 quando non aveva ancora 15 anni. Aveva beneficiato di un visto per far visita ad alcuni famigliari durante l'estate.

Invece di effettuare uno stage presso un parrucchiere, come le era stato promesso, l'adolescente aveva dovuto lavorare per oltre due anni al servizio di una amica di sua madre e di sua figlia, senza poter far rientro in patria. Tra agosto e settembre 2010 addirittura aveva dovuto essere al loro servizio tutti i giorni dalle 6 alle 21. Nel novembre 2010 la ragazza aveva poi sporto denuncia penale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS