Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Tribunale federale di Losanna.

KEYSTONE/LAURENT GILLIERON

(sda-ats)

Tredici anni di prigione: il Tribunale federale (TF) ha confermato oggi un verdetto della giustizia zurighese emesso nei confronti di un uomo che nel gennaio 2013 a Pfäffikon (ZH) aveva tentato di assassinare il marito dell'amante.

L'imputato contestava la condanna e chiedeva di essere riconosciuto colpevole di tentato omicidio intenzionale. Il suo legale si è battuto per una pena detentiva di sei anni.

Il TF dà però ragione al tribunale zurighese, ritenendo che vi sono abbastanza elementi per condannarlo per tentato assassinio. L'uomo, accompagnato da suo fratello, aveva attaccato la vittima mentre camminava al buio su un sentiero. Il malcapitato era stato trascinato prima di essere ferito ripetutamente con un coltello per tappeti.

Dopo l'aggressione, la vittima è riuscita però a raggiungere il suo domicilio e a chiamare i soccorsi. È sopravvissuto solo grazie alle cure immediate ricevute.

Altre ipotesi, come quelle di un'aggressione a scopo di furto, sono state scartate dagli inquirenti, che ritengono la moglie e l'amante artefici del tentato assassinio. Il fratello dell'amante è stato riconosciuto colpevole di lesioni gravi, mentre la moglie della vittima è già stata condannata a una pena di 16 anni di prigione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS