Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il poliziotto avrebbe promesso ad un richiedente l'asilo iracheno di regolare la sua situazione in cambio di favori sessuali (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/PETER KLAUNZER

(sda-ats)

Il Tribunale federale (TF) ha confermato la condanna a 15 mesi di carcere con la condizionale inflitta ad un ex poliziotto friburghese, accusato di aver promesso ad un richiedente l'asilo iracheno di regolare la sua situazione, in cambio di favori sessuali.

Il caso risale al 2010, quando l'agente - ora 64enne - era ancora in servizio. Stando alla sentenza pubblicata oggi dal TF, l'imputato ha avuto a tre riprese contatti sessuali con il richiedente l'asilo.

Nel marzo 2016, la giustizia friburghese aveva condannato il poliziotto per sfruttamento dello stato di bisogno e corruzione passiva a 15 mesi sospesi per due anni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS