Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La polizia cantonale turgoviese ha fermato ieri un macedone 32enne dopo averlo colto con un radar mobile mentre sfrecciava a 231 chilometri orari sull'autostrada A7 in direzione di Zurigo. Sull'auto viaggiavano anche tre bambini, rileva in una nota diramata oggi.

Gli agenti hanno constatato che questi ultimi, figli del macedone residente nel canton Zurigo - il maggiore di otto anni, un altro di quattro e il minore di solo un anno e mezzo - non sedevano sul seggiolino di norma richiesto per i bambini di età inferiore ai 12 anni e di altezza inferiore ai 150 centimetri. Uno di loro non era neppure allacciato con la cintura di sicurezza.

Nella nota la polizia rileva che dedotto il margine di sicurezza, il pirata della strada ha superato di 104 km/h la massima velocità consentita, che è di 120 km/h sul tratto in questione, in prossimità di Wigoltingen, tra Frauenfeld e Kreuzlingen.

L'infrazione è stata registrata poco prima delle 13.30 durante un controllo mobile delle velocità sull'autostrada. Su ordine della Procura l'automobile è stata sequestrata, insieme alla patente di guida.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS