Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le guardie di confine hanno fermato due macedoni, uno è ricercato anche in Ticino

KEYSTONE/URS FLUEELER

(sda-ats)

Due macedoni a bordo di un'auto con targhe tedesche sono stati arrestati domenica sera durante un controllo alla dogana di Tägerwilen (TG). Alla guida c'era un 34enne nei confronti del quale è stato spiccato in Ticino un mandato di arresto per reati violenti.

All'uomo era inoltre stato intimato il divieto di guidare in Svizzera, stando a una nota diffusa oggi dal Comando regionale delle guardie di confine II.

In base a un primo controllo delle generalità, le guardie non hanno invece trovato elementi nei confronti del passeggero 30enne. L'esame delle impronte digitali ha tuttavia rivelato che anche nei suoi confronti era stato spiccato nel 2010 un mandato di arresto sulla base di una condanna a 4 anni e mezzo di prigione per reati di droga inflittagli in Turgovia. È peraltro emerso che l'uomo ha fatto cambiare il nome suoi nuovi documenti ottenuti in Macedonia.

Le guardie di confine hanno consegnato i due alla polizia cantonale turgoviese. Entrambi sono stati posti in stato di arresto e nei confronti del conducente è stato ordinato un esame del sangue e delle urine. C'è infatti il sospetto che fosse alla guida sotto l'influsso di stupefacenti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS