Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La faccenda dei due delfini morti a fine 2011 nel parco divertimenti Connyland a Lipperswil (TG) darà luogo a un processo. Il veterinario, condannato due settimane fa tramite decreto d'accusa, fa ricorso contro il pagamento di una multa di 4000 franchi che gli è stata inflitta.

Il direttore di Connyland, Erich Brandenberger, ha confermato all'ats un'informazione pubblicata oggi nel "St. Galler Tagblatt". Il ricorso del veterinario, che aveva consigliato il parco di attrazioni nella cura dei delfini, non è una sorpresa. Connyland ha sempre messo in discussione l'inchiesta penale aperta contro i due veterinari.

Il 5 luglio, il Ministero pubblico turgoviese ha riconosciuto uno dei due colpevole di aver somministrato una dose eccessiva di antibiotici ai delfini che soffrivano di infezioni, scagionando l'altro veterinario. Connyland, da parte sua, ha sempre denunciato un avvelenamento: delle tracce di analgesico, secondo Brandenberger, erano state rilevate nell'urina degli animali morti, prima dell'apertura dell'inchiesta penale.

Sostenuto da esperti, il Ministero pubblico ha scartato altre ipotesi, se non una dose troppo elevata appunto di antibiotici. Il delfinario chiuderà definitivamente l'inverno prossimo a causa del divieto di importazione di cetacei in Svizzera, votato nel 2012 dalle Camere federali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS