Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un iraniano coinvolto in una serie di attentati a Bangkok nel 2012 contro obiettivi israeliani è stato condannato all'ergastolo da un tribunale thailandese. Said Moradi, 29 anni, perse le gambe nell'esplosione di una bomba che voleva lanciare a diplomatici israeliani. Un altro iraniano, Mohammad Khazaei, 43 anni, è stato condannato a 15 anni per possesso di esplosivi. Cinque persone rimasero ferite a Bangkok il 14 febbraio 2012 in una serie di esplosioni.

Queste erano legate a un attentato con autobomba alla moglie di un diplomatico israeliano in India e a un attacco fallito in Georgia il giorno prima. Israele ha accusato l'Iran di essere dietro i terroristi, accusa respinta da Teheran. Un terzo iraniano accusato di coinvolgimento negli attentati, Masud Sedaghat Zadeh, è in prigione in Malaysia, dove era fuggito. La Thailandia ha chiesto l'estradizione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS