Navigation

Thailandia: doppio agguato nel sud musulmano, 6 morti

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 agosto 2011 - 12:43
(Keystone-ATS)

Sei persone sono morte questa mattina in un doppio attentato nel sud della Thailandia a maggioranza musulmana, dove dal 2004 una ribellione separatista ha causato oltre 4.800 morti.

I due attacchi sono entrambi avvenuti nella provincia di Narathiwat. Dopo che un lavoratore in una piantagione di caucciù è stato ucciso a colpi di arma da fuoco nella notte, un convoglio di paramilitari che si stavano dirigendo verso il luogo dell'agguato poco dopo l'alba è saltato su un ordigno collocato al margine della strada, uccidendo cinque dei passeggeri.

Gli attentati coronano un mese di Ramadan particolarmente turbolento nelle tre province di Narathiwat, Pattani e Yala, dove una massiccia presenza militare thailandese non riesce a venire a capo di un movimento ribelle senza leader dichiarati né aperte rivendicazioni.

Le tre province costituiscono un'enclave musulmana nella Thailandia al 96 per cento buddista, dopo la loro annessione a inizio Novecento nell'allora Siam.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?